Luciano Rossi fu Michele  poeta
INTERVISTA TEMPORALE LE CASE DE S.MARTIN VENDEMA MUSICA E POESIA 1(4) SALIERI E LEGNAGO L’ Ostaria da la Bepa BRUNO TOSI Il sole di Natale 2012 Grazie Maria per Gesù Buganze e Sofresure Circolo NOI Vangadizza La zesta dei grostoli Bronze e Sginze GIORGIA Bìgoli co’ le sardèle... Bruscanzoli e brusaoci Progresso senza limiti Natale per sempre L’inteligenza Minale, coarta ... Vetrale, brenta  ... legnagomusica.it Grande Umiltà I Caduti di Vangadizza La vendemia El parolo de la lissia
E' una gravissima perdita non solo dell'amico carissimo ma anche del grande poeta in italiano e in dialetto. E' una  personalità cui va reso un omaggio duraturo. Si deve pensare di raccogliere i suoi testi poetici che costituiscono certamente una tappa importante di storia della civiltà veronese. E' un vero peccato la sua scomparsa repentina, ma è anche un impegno per coloro che bene lo conoscevano, per ricordarne i meriti, la figura nobile ed austera tenendo conto anche della sua formazione in campo ecclesiastico. Scompare con lui uno dei punti di riferimento più significativi della nostra città e ne sentiremo il vuoto negli anni a venire. Sarà importante raccogliere il suo vasto archivio personale da cui può scaturire anche quella "storia di Vangadizza" che da tanto tempo ci si aspettava da lui. Sarà nostra cura e vostra fissare una serata commemorativa per rievocarne il vasto significato culturale ed umano   a cui possono partecipare numerosissime personalità che lo hanno conosciuto. P.S. Vi invito  alla lettura della sua poesia “ Grande umiltà “  avendo constatato che poteva suggerire l'idea della repentina scomparsa del caro poeta Luciano e del suo modo di presagirla".       Legnago, 20.09.14                                                                                                                  Enzo Fantin 
LETTERA  A METASTASIO Ultimo suo scritto: Vangadizza 1.9.14 Caro Pietro, Ti ringrazio per aver letto una mia lettera a te portata da un amico  un anno fa e di aver subito scritto una risposta, che però mi risulta non hai ancora affidato ad alcun corriere. E' per questo che il mio amico sopraccitato ritorna da te per poi recapitarmi il tuo messaggio , che penso fin d'ora mi parlerà di quanto il mondo è cambiato rispetto ai tuoi tempi. Tu allora inneggiavi alla pace e alla fratellanza tra i popoli. Ebbene, tale tua missione è oggi quanto mai necessaria. Tu, che ora vivi tra i potenti, ispira a noi poeti di questo secolo opere che aiutino il mondo a credere, sperare ed amare. Grazie tuo Luciano Rossi Sono certo che gradirai un grappolo della mia uva con l'amico concittadino Antonio Salieri. 
Strufai o zo de lì EPICEDIO Buti e bocoli La fortuna dei pitochi Trozole cai e pampani Scaravazi e sciaranzane Tempo e paia Via Ocara Giovinezza in trincea
Luciano Rossi, Legnago 7 - 4 - 1937 - Rovigo 19 - 9 - 2014 . Assistente sociale in congedo. Tenore lirico dilettante. Presentatore dilettante di concerti lirici e di incontri di amatori della poesia. Attore generico nel film “ Lunga vita alla signora “ di Ermanno Olmi. Attore generico nel film “ L’Altra faccia dell’Aida “ di Gero Erhardt con Claudia Cardinale Fondatore dell’associazione “Cavalieri Erranti Socio dal 1974 del Cenacolo di Poesia Dialettale “ Berto Barbarani ” di Verona.
..... ..... MARMORE SCURIA STREPOLE ..... Falive Ramenghe 2016